tributario

Aprire partita IVA è molto semplice e assolutamente gratuito.
Occorre comunicare all’ Agenzia delle entrate l’ inizio della propria attività, entro 30 giorni, con un apposito modulo (modello AA9/12).
I documenti necessari per aprire la partita IVA sono la carta di identità e il codice fiscale. 
A seguito della presentazione del modello compilato e firmato, presso un Ufficio dell’ Agenzia delle Entrate, inviato tramite la lettera A/R, viene assegnato il numero di partita IVA, che rimarrà sempre lo stesso fino alla chiusura dell’ attività.
In sede di apertura occorre scegliere il codice ATECO più appropriato nonchè il tipo di regime fiscale da adottare: regime forfettario o regime fiscale ordinario, inoltre, bisogna valutare se occorre iscriversi al registro VIES per ottenere una partita IVA comunitaria.

La dichiarazione dei redditi è un documento contabile grazie al quale il cittadino, o contribuente, comunica al fisco il proprio reddito, o comunque le entrate così da versare le imposte, calcolate a partire dalla base imponibile e dalle aliquote fiscale per ogni imposta dovuta.
In Italia la dichiarazione dei redditi si realizza con la compilazione del “Modello 730”.

Il modello 730 è un documento pre-compilato, da compilare in tutte le sue parti, potrete trovarlo sul sito ufficiale dell’ agenzia delle entrate (Clicca qui

La deduzione e la detrazione sono agevolazioni fiscale che spesso vengono usati come sinonimi, niente di più sbagliato !
La differenza infatti tra queste è sostanziale, infatti, descrivendole in breve, vediamo come la deduzione opera direttamente sul reddito imponibile su cui quindi gravano le imposte, il denaro da pagare che ne deriva quindi (imposta lorda) vede diminuito il suo valore da eventuali detrazioni, arrivando così all’ imposta netta da pagare all’ erario.